Praga

Praga è vista come una città magica piena di misticismo e di fantasia, che nasconde infiniti misteri. Nei vicoli e nei cupi anfratti rivivono antiche leggende sugli alchimisti, sul Golem e su oscure ombre. 

   Nella sua storia drammatica Praga ha attraversato molti importanti periodi di gloria. Nel corso dei secoli la città ha dovuto sfidare guerre, incendi e alluvioni. E’ stata il centro di una potenza europea di grande estensione territoriale, ma anche solo una provincia.

   Secondo la leggenda, Praga fu fondata dalla giovane principessa Libuse, la prima donna sul trono ceco, dotata della capacità di prevedere il futuro. In realtà le prime tracce di insediamenti risalgono all’età della pietra. Prima degli slavi vi si insediarono tribù germaniche e di celti, i quali edificarono il loro villaggio (oppidum) più importante  a Praga, nella zona di Zbraslav.

   La fioritura di Praga era dovuta alla posizione favorevole al centro delle vie commerciali del medioevo che partivano dai territori dell’Europa meridionale ed arrivavano all’Europa settentrionale. Nei pressi di queste vie, il primo monarca cristiano, il principe Borivoj (870–89),nel IX secolo costruì la residenza fissa del principe : il Castello di Praga. Nel X secolo  fu fondato un secondo castello – Vysehrad, inizialmente chiamato Chrasten.

   Le prime testimonianze scritte su Praga sono riconducibili ad un intellettuale ebreo che  nel secolo X viaggiava attraverso l’Europa. Ibráhím ibn Jakúb nelle sue annotazioni scritte in lingua araba menziona le mura del castello Praghese e un mercato molto animato di schiavi e di merci preziose.

   Nell’anno 1257 Premysl Otakar II (1253–78) fondò Mala Strana. La Praga romanica all’epoca non era tuttavia una città compatta. Sulla sponda sinistra si trovava il Castello di Praga con Mala Strana, sulla sponda destra la Città Vecchia, il Quartiere Ebraico e Vysehrad. I quartieri di Praga furono unificati solo nell‘anno 1784 dall’imperatore Giuseppe II (1780–90).          

   All’epoca del re e imperatore Carlo IV (1346–78), che decise di fare di  Praga il centro diella cristianità, Praga divenne una gotica città cosmopolita. Nell’anno 1348 vi fu fondata la prima università a nord delle Alpi, era in corso la costruzione della cattedrale San Vito e sempre nel 1348 fu fondata la Città Nuova. Nell’anno 1355 Carlo IV divenne Imperatore e giunse alla testa del potere secolare della cristianità occidentale. Durante il suo impero facevano parte delle  terre ceche la Moravia, la Slesia, la Lusazia, il Brandeburgo e il Lussemburgo.

   L’imperatore Rodolfo II (1576–1612) fu un importante mecenate dell’arte e della scienza e inaugurò la tradizione ceca dell’arte del vetro. A Praga abitavano rinomati musicisti, architetti, astronomi, filosofi e dotti.

   Nella’anno 1618 i rappresentanti dei ceti cechi gettarono dalle finestre del Castello di Praga due ufficiali dell’imperatore e così con la loro ribellione dettero implicitamente avvio alla guerra dei Trent’anni. Ferdinando II (1620–37) nel 1621 fece poi decapitare in piazza della Città Vecchia i 27 capi dell’insurrezione. In questo orribile scenario entrò a Praga il Barocco e divenne una parte costante dell’atmosfera della città.

   Nel XIX secolo Praga crebbe di mezzo milione di abitanti e cambiava velocemente il suo aspetto provinciale per diventare una metropoli. La città si dotò di nuovi palazzi e furono demolite le mura praghesi. 

   Nel 1918 Praga fu proclamata capitale della Repubblica Cecoslovacca. Nei secoli successivi crebbe rapidamente, divenne una città di nuove ideologie e di correnti d’arte d’avanguardia, nonché di caffetterie. 

Dopo la caduta del regime comunista nel 1989 a Praga cominciava a tornare l’atmosfera cosmopolita. Oggi Praga è una città che nonostante i mutamenti storici è riuscita a conservare i suoi monumenti e nel contempo a diventare una moderna metropoli.


Posti da visitare in Praga:

  • Casa Danzante
  • Cattedrale di S. Vito
  • Primo Cortile del Castello e porta di Mattia
  • Primo cortile del Castello
  • Sala Vladislao
  • Veduta dalla torre della cattedrale di S. Vito
  • Praga vista dalla torre della cattedrale di S. Vito
  • Secondo cortile del Castello
  • Basilica di S. Giacomo
  • Interno della basilica di S. Giacomo 
  • Porta d’oro
  • Interno della cattedrale di S. Vito
  • Statua di S. Giacomo
  • Vicolo d’oro
  • Fontana canterina
  • Nový Svět
  • Chiesa di S. Maria e dei santi Angeli
  • Loreta
  • Piazza Hradcanské  a Palazzo Arcivescovile
  • Convento di Strahov – cortile
  • Cortile del convento di Strahov
  • Torre di Petrin
  • Chiesa di S. Nicola
  • Via Nerudova
  • Via Mostecka
  • Interno della Chiesa di S. Nicola
  • Giardino Vrtbov
  • Giardino Valdstejn
  • L’isola di Kampa e il fiumiciattolo Certovka
  • Sovovy Mlyny
  • A Kampa
  • Torre del ponte di Mala Strana
  • Torre del ponte della Città Vecchia
  • Statue sul Ponte Carlo
  • Statua di S. Giovanni Nepomuceno (piedistalllo)
  • Statua di Bruncvík
  • Ponti di Praga
  • L’orologio in Piazza della città Vecchia
  • Piazza Krizovnicke
  • Piazza della CittaVecchia
  • Cortile Tyn
  • Torre delle polveri e Municipio
  • Teatro degli Stati Nazionali
  • Mercato di Havel (Havelsky trh)
  • Sinagoga Staronová e Municipio Ebraico
  • Sinagoga Spanelska
  • Sinagoga Maisel
  • Antico cimitero ebraico
  • Piazza Karlovo
  • Museo Nazionale
  • Interno del Museo Nazionale
  • Piazza S. Venceslao
  • Stazione centrale
  • Monumento a S. Venceslao
  • Interno della sinagoga Jerusalemska
  • Mánes e torre Stitkovska
  • Interno del Teatro Nazionale
  • Via Na Prikope
  • Rotonda di S. Martino
  • Basilica dei Santi Pietro e Paolo
  • Interno della Basilica dei Santi Pietro e Paolo
  • Interno della Basilica
  • Villa in Via Libuse
  • Villa cubista in Via Libuse
  • Castello Troja
  • Torre televisiva di Zizkov
  • Castello di Praga
  • Hradcany
  • Mala Strana
  • Ponte Carlo
  • Città Vecchia
  • Josefov
  • Città Nuova
  • Vysehrad

Napsat komentář

Vaše e-mailová adresa nebude zveřejněna.